730 e Unico 2016: le Scadenze - Professionistimpresa

by Professionistimpresa
5 anni ago
210 Views

La Dichiarazione dei Redditi 2016 anno 2015 va presentata dai contribuenti che sono obbligati alla trasmissione del modello 730 o Unico, e da coloro che intendono portare a deduzione e a detrazione, ai fini Irpef sui redditi, le spese sostenute nell’anno di riferimento della dichiarazione.

La dichiarazione dei redditi annuale, segue specifiche scadenze in termini di presentazione che variano a seconda del modello che i contribuenti sono tenuti a compilare e a trasmettere all’Agenzia delle Entrate, ovvero, se con Modello 730 o con l’Unico 2016.

Scadenza dichiarazione dei redditi modello 730 2016 7 luglio per:

  • Sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale diretta o tramite intermediari;
  • Chi invia il 730 precompilato da solo;
  • Caf e commercialisti e intermediari abilitati.

Proroga 730 precompilato 2016: la scadenza del 7 luglio potrebbe subire uno slittamento al 23 luglio per CAF, intermediari e contribuenti. Visto però che il termine cade di sabato, è probabile che la nuova scadenza 730 precompilato 2016 sia il 25 luglio, ovvero, il primo lunedì utile.

Quali documenti servono per la compilazione?

Il contribuente tenuto alla presentazione della Dichiarazione dei redditi deve compilare o far compilare il Modello 730 o Unico, in base alla documentazione in suo possesso, che è necessaria per verificare sia la conformità dei dati riportati nella dichiarazione che per il riconoscimento delle detrazioni e deduzioni ai fini Irpef.
Tale documentazione fiscale, che andrà custodita dai contribuenti per i successivi 4 anni, è la seguente:

  • Modello CU 2016: certificazione che attesta la somma dei redditi percepiti in qualità di lavoratori dipendenti, pensionati equiparati ed assimilati.
  • Certificazione unica 2016 redditi 2015 che il datore di lavoro o l’Ente pensionistico ha consegnato entro il 28 febbraio 2016.
  • Cu2016 redditi 2015 rilasciato dall’Inps per l’indennità di disoccupazione, di mobilità, di maternità e per la Cassa integrazione guadagni.
  • Modello Cu 2016 redditi 2015 del coniuge e dei familiari fiscalmente e non a carico.
  • Talloncino di pagamento delle pensioni estere.
  • Atti notarili: di terreni e fabbricati acquistati, ereditati, venduti o donati nel 2014/2015.
  • Visura catastale degli immobili: posseduti e quelli per i quali è stata ottenuta una nuova rendita catastale.
  • Contratti di affitto di case, box, garage: adesione alla “cedolare secca” con la copia modello RLI eventuali mod. F24 ELIDE relativi agli acconti versati nel 2014-2015.
  • Mod. ex Rad relativo a dividendi azionari.
  • Certificazione dei compensi per prestazioni occasionali, diritti d’autore o provvigioni.
  • deleghe di pagamento mod. F24.
  • Qualsiasi documentazione che attesti i redditi percepiti nel 2015.
  • Codice fiscale del coniuge e dei familiari fiscalmente a carico.
  • Contratto di mutuo e rogito notarile: per l’acquisto dell’abitazione principale.

Scadenza Unico 2016:

I contribuenti tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi mediante la compilazione e la consegna del Modello Unico 2016 devono farlo entro le seguenti date di scadenza:

  • entro il 30 settembre 2016: se il modello Unico viene trasmesso per via telematica all’Agenzia delle Entrate utilizzando i servizi on line Fisconline ed Entratel dell’Agenzia previa registrazione e con PIN, oppure, consegnando il modello tramite intermediari autorizzati.
  • tra il 2 maggio e il 30 giugno 2016: se il Modello Unico viene inviato cartaceo tramite ufficio Postale. Questa possibilità è però riservata ai soli contribuenti autorizzati, ossia, per coloro che pur avendo i requisiti per utilizzare il modello 730 e non avendo un datore di lavoro o non essendo titolari di pensione, devono dichiarare redditi soggetti a tassazione separata e ad imposta sostitutiva nei quadri del modello Unico, oppure, devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti, o sono privi di un sostituto d’imposta a causa dell’interruzione del rapporto lavorativo o perché si trovano all’estero.

 Per il Modello Unico PF 2016 tutti i versamenti a saldo che risultano dalla dichiarazione, compresi quelli relativi al primo acconto, devono essere eseguiti entro il 16 giugno 2016 ovvero entro il 16 luglio 2016.

I contribuenti che scelgono di versare le imposte dovute (saldo per l’anno 2015 e prima rata di acconto per il 2016) nel periodo dal 17 giugno al 16 luglio 2016 devono applicare sulle somme da versare la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

Per la tua Consulenza compila il seguente modulo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *