Proroga a sorpresa per lo spesometro Iva Mensili - Professionistimpresa

by Professionistimpresa
5 anni ago
204 Views

 

Secondo l’art. 21 D.L. 78/2010, tutti i titolari di P. IVA sono obbligati entro le scadenze seguenti a presentare

la comunicazione delle operazioni rilevanti a fini IVA, c.d. Spesometro:

– 10/4 dell’anno successivo, presentazione per i contribuenti che effettuano liquidazioni IVA mensili;
– 20/4 dell’anno successivo, presentazione per i contribuenti che effettuano liquidazioni IVA trimestrali.

A sorpresa nella serata dell’8 aprile l’Agenzia delle Entrate ha diffuso un comunicato stampa con il quale afferma che sono considerate valide le comunicazioni delle operazioni rilevanti a fini IVA inviate dai contribuenti mensili fino al giorno 20 aprile 2016.

La scadenza originaria per tale tipologia di contribuenti ricorreva lunedì 11/4 (il 10 cadeva ieri, di domenica), a tutti gli effetti il comunicato AdE ammette e concede una proroga per contribuenti mensili.

Sono interessati dal differimento del termine:

  • contribuenti soggetti a liquidazioni mensili nell’anno 2015 e che sono soggetti alle stesse anche nell’anno 2016 (per obbligo o per opzione);
  • contribuenti che hanno variato la periodicità di liquidazione da trimestrale, nel 2015, a mensile, nel 2016. Infatti per essi vige l’obbligo di attenersi alla scadenza del 10/4 (ora differita al 20/4) poiché il periodo di riferimento, ai fini ella determinazione della data di invio è quello dell’anno medesimo di invio e non quello per il quale si inviano i dati dello spesometro.

Nella pratica:

Ø la periodicità di calcolo della liquidazione IVA da considerare quale riferimento per la determinazione del termine ultimo dell’invio dello spesometro è quella osservata nell’anno d’imposta 2016.

Ad esempio un contribuente che nel 2015 era trimestrale IVA e che per il superamento del limite di volume d’affari del 2015 passa alla liquidazione mensile nel 2016 (oltre a passare anche in contabilità ordinaria) deve considerare la scadenza del 10/4 (ora prorogata al 20/4).

Ugualmente, un contribuente che per motivi personali decide nel 2016 di passare al calcolo delle liquidazioni IVA mensili, pur non avendone l’obbligo (contribuente mensile per opzione) dovrà considerare quale termine di invio per lo spesometro la scadenza del 10/4 (ora prorogata al 20/4).

Fonte: Fiscal Focus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *